Scoprire Mentone

Situata proprio alla frontiera con l’Italia (l’altra città essendo Ventimiglia), e non lontano da Monte Carlo, Nizza e Cannes, Mentone gode di un microclima particolare che le dà la possibilità di basare la propria economia sulla coltivazione del limone, cosa che l’ha logicamente battezzata “la città del limone”. Da 75 anni organizza infatti la “Fête du Citron » nel mese di febbraio, manifestazione costellata da esposizioni di costruzioni in agrumi e sfilate diurne e notturne , balli, concerti, carnevali, ma anche giardini di luce animati da manifestazioni di ogni genere La fête du citron costituisce un momento forte della stagione turistica mentonese. Detto questo, la città organizza manifestazioni culturali tutto l’anno, ponendosi di fatto come un luogo non solamente turistico ma anche ad alta vocazione culturale. Numerosi eventi quali il Festival della Musica, le Giornate Mediterranee dei Giardini, gli inconri teatrali franco-italiani o l’operazione Natale a Mentone permettono un arricchimento personale tutto l’anno, a vantaggio dei mentonesi e dei turisti di passaggio.
La città dispone tra l’altro di svariati musei, tra cui il Museo della preistoria regionale che espone gli scavi effettuati su siti preistorici della regione, ma anche del Musée Jean Cocteau, che ospita gran parte dell’opera di questo grande artista innamorato di Mentone. Troviamo anche il Palais des Beaux-arts, in seno al Palais Caroles, vecchio palazzo dei principi di Monaco, e uno dei più bei musei francesi.
Olre al soprannome di Città del Limone, Mentone fu chiamata nel XIX secolo la « Perla della Francia», vista la sua posizione geografica particolare, tra due catene montuose a picco sul mare, offrendo in qualche modo uno scrigno alla sua bellezza… Questa bellezza si manifesta tra l’altro visitando il suo notevole patrimonio architettonico, magnificamente illuminato verso sera. Le Portes Saint Julien e Saint Antoine si aprono sulla città mediovale, simile ad un anfiteatro. Vi si puo’ visitare principalmente il Parvis Saint Michel, composto da un mosaico di sassi bianchi e la sua chiesa la cui construzione inizio’ nel 1640 per terminarsi nel 1675 ; il Campanin, che costituisce uno dei rari campanili francesi, destinato a chiamare i fedeli alla preghiera. Il Bastion fu eretto nel XVII secolo per difendere la città. Fu restaurato e decorato da Jean Cocteau per custodirvi le sue opere. Vi sono altri monumenti notevoli a Mentone quali la Villa Maria Serana e il suo giardino con la bella collezione vegetale, la Fontana Rosa, dedicata dal suo proprietario ai romanzieri e alla Spagna, ma anche il Val Rahmeh, la serre de la Madone, il Palais Carnolès…
A causa della particolare architettura urbana della città, costruita a picco di una montagna e tuffandosi letteralmente nelle acque turchesi del Mediterraneo. Mentone offre agli amanti della fotografia degli scorci sorprendenti. Le infrastrutture alberghiere sono numerose sul territorio mentonese, cosi’ come altri alloggi in grado di soddisfare tutte le richieste : affitto di appartamenti, camere presso l’abitante, ecc.Quanto ai gasronomi, saranno felici di saere che numerosi ristoranti hanno la propria spiaggia privata sul territorio entonese, permettendo cosi’ di aggiungere alla gioia del dolce far niete la soddisfazione delle papille…